Disqus for Bellezza pour femme

Oltrepò Food & Wine: 3 degustazioni online per gustare e scoprire le Eccellenze dell’Oltrepò Pavese

Oltrepò Food & Wine: 3 degustazioni online per gustare e scoprire le Eccellenze dell’Oltrepò Pavese

Oltrepò Food & Wine: 3 degustazioni online per gustare e scoprire le Eccellenze dell’Oltrepò Pavese

Avete mai partecipato ad una degustazione online? Oggi vi svelo attraverso le mie parole e alcune immagini, le tre splendide esperienza sensoriali, vissute grazie alle Eccellenze dell’Oltrepò Pavese. 

Non solo vini nati da nobili vitigni coltivati sui colli, ma anche salumi, formaggi e miele, sono stati i protagonisti dei tre appuntamenti online con l’Oltrepò Pavese, guidati da Armando Colombi, Paolo Massobrio e Marco Gatti a cui Bellezza pour femme ha partecipato come ospite, facenti parte del più ampio progetto di Valorizzazione del Distretto EnoAgroalimentare pavese #WelcomeOltrepo.
L’obiettivo il rilancio dell’intero territorio pavese fortemente toccato dalla crisi legata all’emergenza Covid-19, con la promozione e la valorizzazione dell’immenso patrimonio eno e agro alimentare.

 

Oltrepò Food & Wine: gustare e scoprire l’Oltrepò in tutta cordialità e sicurezza grazie alle degustazioni online

 

La prima degustazione del 21 dicembre è partita dal Salame tipo “filzetta” dell’Oltrepò Pavese orientale, dal colore rosso vivo e dal profumo semi intenso delicato dolce. Una vera e propria gloria del territorio, che si consuma fresco, ma che richiede un vino il quale pulisca il palato dalla sensazione di “grassezza” come l’Oltrepò Pavese Metodo Classico Extra Brut DOCG “Gerry Scotti” di Cantina Giorgi. 
Un vino bianco in cui dominano le note di frutta gialla, mentre al palato si notano immediatamente la forza e l’eleganza, che da questi due prodotti prosegue con il formaggio Caciotta Pavese, nato dalla storia del monachesimo benedettino. 
Profumo di latte vaccino per una breve stagionatura. Eccezionale l’abbinamento con il Miele di Acacia e la Marmellata di Cipolla di Breme e Albicocche.
degustazione del 21 dicembre #welcomeoltrepo
Il secondo vino è il Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese DOC dal colore intenso rosso rubino. 
A naso spicca la formidabile eleganza data dalle note di frutta rossa. In bocca non delude, emergendo immediatamente quella nota di velluto promessa.
Continua la degustazione con il Riso Carnaroli da Carnaroli Pavese con Ortiche disidratate, una delizia persino per gli occhi e infine è la volta della Torta Paradiso, detta “Torta Vigoni”, diventata ormai il dolce tipico di Pavia, che conserva ancora oggi immutato il gusto e la qualità artigianale, che le valsero la medaglia d’oro all’esposizione internazionale del 1906. 
Soavità della consistenza abbinata ad una delicata sensazione di freschezza data dal limone.
#WelcomeOltrepo ospite Marzia Amaranto
La seconda degustazione del 28 dicembre è iniziata con il Salame tipo “Cresponetto” Varzi Dop del Salumificio Valverde. Colore rosso vivo dato dall’utilizzo di vino nell’impasto. Profumo dolce e invitante, al palato emerge l’equilibrio della sapidità data dalla stagionatura.
Abbinato il Riesling Oltrepò Pavese DOC Riesling di Cantina La Versa: un vitigno oggi autoctono dell’Oltrepò, dal colore paglierino carico quasi dorato. A naso il profumo elegante di frutta e in particolare dell’albicocca. A palato ritornano le note di eleganza e freschezza.
Prosegue l’esperienza dei sensi con il Taleggio DOP di Affinatore Vaghi. Un formaggio morbido, dalla dolcezza piena e dal sapore intenso e indistinguibile, perfetto in abbinamento a un vino strutturato quale il Buttafuoco Doc - Cantina Consorzio Club del Buttafuoco Storico. Una vera unicità̀ locale e espressione massima dei rossi dalla qualità altissima. Colore rosso vivo, nel quale emergono le note di frutta rossa, di spezie e di liquirizia. Al palato salta l’acidità molto viva di questo grande vino prodotto in minime quantità̀.
E come non apprezzarlo insieme alla Marmellata di Cipolla Rossa di I Dossi e al Miele di Castagno -di Campo Giardino.
degustazione del 28 dicembre #welcomeoltrepo
Ancora una volta l’exploit arriva dal Riso Carnaroli da Carnaroli Pavese con peperone disidratato di Riso Carenzio, produmi e sapori che deliziano occhi e palato, saziati infine dalle Ciambelline di Riso con gocce di cioccolato di Offelleria di Parona. Profumo dolce e intenso.
Piccolo aneddoto questi biscotti erano parte della paga ricevuta dalle mondine, se ne rinviene testimonianze nei racconti e nelle canzonette di alcune località lomelline.
#WelcomeOltrepo ospite Bellezza pour femme
Chiude il ciclo la terza e ultima degustazione quella di ieri dedicata questa volta ai grandi vini frizzanti del territorio, che esordisce dal Salame stagionato 60 giorni dell’Oltrepò Pavese Orientale. Carne rosso vivo e spezziatura non importante. Ad occhio emerge immediatamente la facile pelatura, indice di ottima stagionatura. Il salume avvolto in un budello naturale, va conservato in luoghi privi di odori, per evitare che assuma odori invadenti. In questo prodotto emergono le note di fieno essiccato.
Perfetto è l’abbinamento al Vino Bonarda dell’Oltrepò Pavese DOC, il risultato di uve di sola collina e di Croatina 100%. Naturalmente frizzante, la profumata spuma porporea è bella densa. Al naso emergono le note di frutta e di fiori, mentre al palato si sente il corpo godurioso.
degustazione del 30 dicembre #welcomeoltrepo
Dopo avere deliziato i sensi con queste due eccellenze è impossibile non assaggiare il Quartirolo Lombardo DOP di “Casa Vaghi”. Il suo nome lo deve all’ultima erba mangiata dalle mucche in discesa dopo l’alpeggio nei pascoli.
Il Quartirolo è il formaggio DOP piú magro d’Italia e porta dentro di sé la vitamina A e B1, per questo motivo trova il naturale abbinamento alla Marmellata di Petali di rosa e al Miele di Tiglio che ha tra le proprietà precipue quella di aprire le vie respiratorie.
Continua la degustazione con il Riso Carnaroli da Carnaroli Pavese con Fragole disidratate, un connubio che sposa i sensi, abbinato al Sangue di Giuda DOC, dolce, amabile ed elegante.
Un vino di cui è facile innamorarsi non solo per il profumo e l’eleganza.
A conclusione di questo viaggio gastronomico le Offelle di Parona, inventate nel 1800 dalle sorelle Pasqualina e Linin Colli e la cui ricetta non è mai stata rivelata, vennero create per essere offerte a parenti e amici, durante la festa della Madonna del Rosario. 
Un frollino versatile, ma perfetto da gustare con il Sangue di Giuda.
 
Vi invito a scoprire il portale www.apaviasibeveoltrepo.it destinato a raccogliere notizie e curiosità sui vini e tutte le informazioni utili per orientarsi con più facilità nelle proprie scelte.
Oltrepò Food & Wine: gustare e scoprire l’Oltrepò in tutta cordialità e sicurezza grazie alle degustazioni online #WelcomeOltrepo

 
Ringrazio Véronique Enderlin e l'Ufficio stampa Les Enderlin per l'opportunità concessami

0 commenti:

Posta un commento

INSTANT DOWNLOAD MEDIA KIT

INSTANT DOWNLOAD MEDIA KIT
For all enquiries including blog and social media features/collaborations/advertising, please email: bellezzapourfemme@gmail.com AVAILABLE MEDIA KIT UPDATED