Quanto dura lo smalto semi-permanente?

Quanto dura lo smalto semi-permanente?

Quanto dura lo smalto semi-permanente?

Avere delle mani perfette e delle unghie a prova di ogni occasione è il vostro desiderio? Oggi realizzarlo è semplice, grazie allo smalto semi-permanente che consente di avere delle unghie sempre perfette (e del colore che volete voi).
Avere delle mani sempre impeccabili, curate e con le unghie belle, è sicuramente uno dei desideri di ogni ragazza: le unghie poi possono diventare anche un mezzo per esprimere la propria personalità sbizzarrendosi fra stili e colori unici.
Fra le tendenze dell’anno che sta passando e di quello che arriva, lo smalto semi-permanente non perde mai la sua presenza perché è un trattamento per le unghie che consente di avere sempre le mani impeccabili e per diverse settimane. A differenza del classico smalto, quindi, non deve essere continuamente messo e rimosso dopo pochi giorni, perché lo smalto semi-permanente ha una durata maggiore nel tempo, come stiamo per vedere.
Lo smalto semi-permanente è la soluzione ideale per ogni ragazza che voglia avere delle unghie belle, delle mani e dei piedi, ma soprattutto che durino a lungo nel tempo, soprattutto per chi non ha tempo di continuare a fare lo smalto tutti i giorni ma vuole comunque delle unghie curate. Ma quanto dura, di preciso, lo smalto semi-permanente? Come vedremo ( grazie all’aiuto del centro Pinkink.it ) scopriremo che lo smalto semi-permanente dura molto di più dello smalto classico che si toglie con l’acetone, e ci sono anche diversi consigli che permettono di far durare ancora di più nel tempo questo smalto.

Quanto tempo dura lo smalto semi-permanente

La durata dello smalto semi-permanente è uno dei motivi per cui questo tipo di trattamento ancora oggi è estremamente diffuso e amato.
In generale, lo smalto semi-permanente dura sulle unghie circa 3 settimane: si tratta comunque di una indicazione di massima, che può variare da persona a persona. Di certo durando 3 settimane è molto più duraturo del classico smalto che si leva con l’acetone: ma la sua durata dipende anche dalla velocità di crescita delle unghie (più veloce per le unghie delle mani che per quelle dei piedi).
Lo smalto semi-permanente infatti dura anche più di 3 settimane, ma dopo questo lasso di tempo si comincia ad intravedere la ricrescita delle unghie e di conseguenza è importante tornare dall’onicotenica per poterlo rifare.

Trucchi per la durata dello smalto semi-permanente
Volete anche voi che il vostro smalto semi-permanente duri un po’ di più? Se non volete rovinarlo prima del tempo ci sono alcune indicazioni che potete seguire e che possono aiutarvi a far durare qualche giorno di più in ottime condizioni lo smalto delle unghie.
Per far durare di più lo smalto semi-permanente è opportuno
cercare di evitare il contatto con l’acqua.
Se si devono maneggiare detersivi e prodotti chimici, ad esempio per fare le pulizie, sarebbe opportuno indossare dei guanti a protezione delle mani.
Usare, sopra lo smalto semi-permanente, un top-coat sigillante che permette di aumentare la durata dello smalto.
Scegliere la forma giusta per le unghie: non troppo allungate, se fate molti mestieri o lavori manuali.
Affidarsi sempre ad una professionista, che sia competente nel suo lavoro e che usi soltanto prodotti per le unghie di ottima qualità.

Posta un commento

0 Commenti